Main Partner

 

Premium Partner

 

 

  • Partner

     

     

     

  • Partner

     

     

     

  • Sustainability Partner

    Official Apparel

    Birra Ufficiale

    Radio Ufficiale

IL GRANDE TORINO E LA SUA EREDITÀ

Una squadra che fa parte della storia del calcio

Con Urbano Cairo, Eraldo Pecci, Claudio Sala, Renato Zaccarelli

Di Massimo Gramellini, giornalista e conduttore Tv

A Settant’anni di distanza, il Grande Torino esercita ancora un fascino e un richiamo unici. Negli anni Quaranta è stata la squadra più forte del mondo, resta una delle formazioni più forti di tutti i tempi, portataci via da quel maledetto schianto sul parapetto del colle di Superga alle 17.03 del 4 maggio 1949.

È stata ed è rimasta la squadra di tutti gli italiani: la più amata, la più ammirata, la più sognata dai bambini in tutto il Paese. Una «filastrocca» immortale che va recitata così: Bacigalupo (pausa). BallarinMaroso (pausa). GrezarRigamontiCastigliano (pausa).
MentiLoikGabettoMazzolaOssola. Vinse cinque scudetti di fila, dal ’42 al 49’, centrò per la prima volta nella storia la doppietta scudetto-Coppa Italia nella stessa stagione (’42-’43), fu protagonista di goleade irripetibili, era una squadra imbattibile: in casa, al Filadelfia, mise insieme cento partite di fila senza perdere. Gli Invincibili, non a caso. L’11 maggio 1947 la Nazionale si colorò di granata, quando a Torino contro i maestri ungheresi il Torino regalò all’Italia dieci undicesimi (solo il portiere Sentimenti IV non era del Toro).
Cosa mai accaduta e mai ripetutasi. Valentino Mazzzola ne era il capitano, incarnava non solo il gioco del calcio nella sua espressione più spettacolare ma, all’indomani del 1945, la volontà di un intero Paese di identificarsi in un modello positivo dopo gli anni terribili della guerra.

L’eredità del Grande Torino è ancora ben presente in mezzo a noi: è quel filo di passione, di voglia di battersi con lealtà e coraggio, che unisce gli Invincibili al Torino di Pulici e Graziani, Claudio Sala e Pecci, l’ultimo a vincere lo scudetto nel 1976 al quale seguirono due secondi posti. Fino al Torino moderno tornato a correre in Europa.


Altri Eventi

10
h 15:00

Talk

10
h 21:00

Talk

SAGAN MONDIALE

Le imprese, l’irriverenza e l’ironia dell’unico corridore in grado di vincere tre campionati del mondo consecutivo

Con: Peter Sagan

Main Partner

 

Premium Partner

 

 

Sustainability Partner


Partner

 

 

 

 

 

 

 

Official Apparel

Birra Ufficiale

Radio Ufficiale